Insalata con ciliegie, indivia e pesto di rucola

By Giovanna - 1.6.20

Insalata con ciliegie, indivia e pesto di rucola

Insalata con ciliegie, indivia e pesto di rucola

Una tira l'altra, così dice un adagio popolare riferendosi alle ciliegie, l'adagio vale anche per me. Le compro, le lavo ben bene, poi le porto in tavola, oppure le mangio come merenda mentre leggo o lavoro e le assaporo.
Una tira l'altra e riscopro un antico sapore, una tira l'altra e ricordo un'estate, una tira l'altra e le assaporo sentendo la differenza di sapore tra una e una'altra, una tira l'altra e penso ai mille utilizzi che ne posso fare.
Se per la maggior parte della frutta e verdura penso a come posso farli finire in una pastella, un impasto e poi in forno, per le ciliegie e le fragole, invece, penso solo a come utilizzarle crude.
Lo so, ci sono tante preparazioni dolci tipo i clafoutis che ne esaltano il sapore, ma tendo sempre ad utilizzarle "nature".
Perlopiù le metto nello yogurt, però, spesso finiscono nelle insalate.

Una tira l'altra...et voilà finiscono nell'insalata

La prima estate a Milano la ricordo per il gran caldo. In realtà tutte le estati milanesi sono roventi e afose, ma appena arrivata non lo sapevo. Meglio ancora, avevo soggiornato per brevi periodi al nord per capire quanto l'afa fosse forte e il bisogno di fresco incessante.
Soprattutto di cibi freschi. Così, le insalate di riso, mai troppo amate entrarono nel menù quotidiano. Alle insalate di riso seguirono quelle di pasta. Tutto quello che era fresco finiva in un'insalata. Anche la frutta, soprattutto pesche, ciliegie e fragole. Poi, mi abituai al caldo, ma la passione per le insalate, ormai era diventata un vero amore.

Ed amore era pure l'inserire le ciliegie in tutte, o quasi, le insalate. Anni fa ne postai anche una sul blog. Come raccontavo, le foto le avevo fatte per puro divertimento dopo aver comprato delle bellissime verdure al consorzio, il resto della storia è nel post che scrissi all'epoca.

L'insalata di oggi è semplice come l'altra. In questo caso ho messo indivia, rucola, ciliegie, of course!, rapanelli e cipollotti. La particolarità sta che le ciliegie e il pesto di rucola e arachidi si sposano benissimo.
Ho abbinato il pane alle olive preparato appositamente e un pecorino sardo molto stagionato.


Insalata con ciliegie, indivia e pesto di rucola

tempo di preparazione: 10 minuti,
tempo di cottura: nessuno,
difficoltà: facilissima,

ingredienti per 4 persone:

un cespo di indivia,
100 g. ciliegie,
80 g. di rucola,
8 rapanelli,
un cipollotto,

per il pesto di rucola e arachidi:

50 g. di rucola,
20 g. di arachidi,
olio extravergine di oliva,
pepe nero,
sale.
Dividete il cespo di indivia a metà per il lungo e affettatelo. Lavatelo bene con la rucola. Asciugate le insalate. Lavate e asciugate i rapanelli, tagliateli a rondelle con il cipollotto. Lavate e asciugate bene le ciliegie.

Ponete nel bicchiere del frullatore la rucola pulita, 2 cucchiai di olio evo, regolate di sale, aromatizzate col pepe nero e frullate fino ad ottenere un pesto liscio e vellutato.

Suddividete nei piatti gli ingredienti e portate in tavola col pesto vegano di rucola e arachidi.

Insalata con ciliegie, indivia e pesto di rucola

Se vi piacciono le insalate, qui trovate ricette per insalate di farro, di riso e altre ancora.

Print Friendly and PDF
  • Share:

You Might Also Like

2 assaggi

  1. Quest'anno ancora non ho avuto il piacere. Le ciliegie sono la mia passione! Buona questa insalata.

    RispondiElimina
  2. amo la frutta nel salato. fresca, leggera e invitante la tua insalata primaverile. un bacio, buona settimana

    RispondiElimina